Remuntada Vetreria, nella ripresa si arrende il Tattoo

LA CRONACA – Al Sant’Artema di Montersucello la Vetreria Flegrea cerca la prima vittoria stagionale contro il Tattoo Shop. Capita subito sui pieni di Rocco Antonio un’ottima opportunità per mettere in discesa la sfida. Il bomber, però, fallisce da ottima posizione e poco dopo è il Tattoo a portarsi in vantaggio. Corsaro guadagna una punizione con un’incursione sul settore sinistro. Alla battura si presenta Geremia che lascia partire il destro; parabola velenosa che sorprende un Lubrano non impeccabile nella circostanza. La Vetreria prova subito a rifarsi con la punizione di Esposito che pesca ancora Rocco A. al centro, l’attaccante è sorpreso e non riesce a calciare con la necessaria decisione. È però il Tattoo a raddoppiare. Sgroppata di Cantogaio sulla destra e cross, sul lato opposto raccoglie e insiste Fasano fino a che non è Capuano a trovare la zampata vincente quando siamo al 15’. La Vetreria fatica ad organizzare una reazione convincente, ma alla mezz’ora accordia le distanze grazie ad una bella azione corale conclusa da Rocco A. che appoggia col sinistro in rete. Il Tattoo continua ad avere qualcosa in più e si fa vedere con Di Bonito che sbaglia la misura del tiro dopo un buon contropiede. Ancora più ghiotta l’occasione per Capuano che si ritrova due volte a tu per tu con Lubrano che è bravo a metterci una pezza. Si va così al riposo sul 2 a 1.
Nella ripresa subito 3 cambi per la Vetreria che prova la scossa. I risultati appaiono incoraggianti e subito si vede il neo entrato Perillo con un destro dal limite, bravo Monda a rifugiarsi in angolo. Perillo scalpita e poco dopo calcia appena al lato. La pressione si concretizza al 50’. Nella difesa del Tatto si apre una crepa e si inserisce Rocco Gennaro che incrocia potente, il portiere non trattiene e arriva il pari. La reazione del Tattoo è tanto rapida quanto limitata. Lubrano si oppone a Chiocca ma è solo un lampo. Si rivede la Vetreria con il solito Perillo che mette di poco a lato. La Vetreria si fa vedere con D’Isanto e presto trova anche il vantaggio. Verticalizzazione di Cacciapuoti per Perillo che va via a Vollero e scarica un potente diagonale di destro, imprendibile per il portiere. Solo nel finale il Tattoo prova nuovamente ad alzare il proprio baricentro e spreca due clamorose occasioni, Cantogaio e Geremia calciano fuori misura da ottima posizione. Esulta quindi la Vetreria Flegrea.
L’ANALISI – Di scena al Sant’Artema una partita estremamente vivace e gradevole. Tante le emozioni, le occasioni da rete e i colpi di scena che rendono appassionante l’incontro. Ritmi alti e tasso tecnico interessante con giocate degne di nota per due formazioni che possono guardare avanti con positività.
Comincia alla grande il Tattoo che nella prima frazione sembra avere una marcia in più. In avanti il solo Geremia di sgomita mentre in mediana fanno un gran lavoro Ioffredo e Di Bonito, così come sull’esterno Corsaro non fa mancare il proprio contributo. Nella ripresa, però, il calo è drastico.
Quaranta minuti, i secondi, quasi completamente lasciati alla Vetreria che ringrazia. I cambi danno energie fisiche nuove alla squadra mentre col passare dei minuti cresce la consapevolezza e la voglia di far gol. I verdi sudano e lottano rialzando una partita che sembrava compressa, una gran prova di carattere!


Tattoo Shop: Monda 5,5; Cantogaio 7; Capuano 6; Chiocca 6; Corsaro 6,5; Di Bonito 6,5; Di Domenico 6; Fasano 6,5; Di Fraia 6; Geremia 6,5; Giuseppone 6; Iacono 6; Ioffredo 6,5; Pino 6; Vollero 6.

Vetreria Flegrea: Buono M. 6,5; Buono R. 6; Cacciapuoti 6; Chiocca 6; D’alena 6; D’isanto 6; Esposito 6,5; Lubrano 6; Maddaluno S. 6,5; Perillo 7; Pisano 6; Rocco A. 6,5; Rocco G. 6,5; Zappitelli 6.

Marcatori: Geremia, Capuano (Tattoo Shop)
Rocco A., Perillo, Rocco G. (Vetreria Flegrea)

Arbitro: Iannuzzi
Assistenti: De Simone, Perfetto

I dati riportati nelle cronache non sono da ritenersi ufficiali. In caso di discordanza fa fede quanto riportato nel “Comunicato Ufficiale”, edito ogni settimana