Di Pietro e Gaeta dominano sulle fasce, il Vigor tenta la rimonta ma finisce 3 a 2

CRONACA Vittoria per 3 a 2 per la capolista che tiene duro e vince 3 a 2 contro un coriaceo Vigor Napoli. Al 4′ apre le marcature Marano che riceve palla da Gaeta e da dentro l’area segna di esterno, Di Carluccio non trattiene. Poco dopo Gelotto ispira Marano che para a terra. Al 9′ reazione Vigor con il tiro di Severini respinto dalla difesa, palla a Pesacane che non riesce ad angolarla.  Al 12′ il Quarto Flegreo è troppo leggero nell’impostazione, una serie di rimpalli favorisce Savastano che con la punta sorprende Iossa e pareggia. Poco dopo Iavazzo in percussione dalla sinistra tenta il tocco di esterno destro: palla sopra la traversa non di molto. Un minuto dopo da una punizione a centrocampo la palla arriva a “Enzoè” Sepe che tira da fuori e fa la barba al palo. Esposito ci prova dal limite al 25′, poi al 26′ Di Pietro si fa tutta la fascia, palla in mezzo, velo di Marano e Gaeta marca il cartellino. Ancora di Pietro al 28′ sfonda sulla destra ma stavolta arriva in fondo e la mette sul secondo palo. Al 39′ occasione per Marano, palla a lato.
Nel secondo tempo si gioca pochissimo, si parla molto e al 50′ cartellino rosso per Sepe che dopo un fallo fa anche un gesto rivedibile nei confronti di Bardari. Al 60′ su angolo di Salatiello, subentrato a Gelotto,  Marano colpisce di prima ma la palla è alta. Al 63′ Savastano dalla distanza, alto. Al 70′ chance per Iavazzo su leggerezza dalla difesa, spreca tirando a lato. Esposito al 74′ segna da fuori area e accorcia. Marano al 76′ benein pressione si trova a tu per tu con Di Carluccio ma il portiere chiude gli spazi. Di Carluccio in the box per gli ultimi corner e poco più fino al triplice fischio del signor  Coraggio.

ANALISI Quarto Flegreo devastante sulle fasce con Di Pietro (abbassato da prima punta a esterno) e Gaeta che seminano il panico. Bello il lavoro di Marano in penetrazione e scarico verso l’esterno. Da lavorare la tenuta mentale: leggerezze in impostazione dalla difesa e reazioni al trashtalking possono costare caro nei match da dentro o fuori. Vigor che non si piega nonostante il goal in apertura e l’1-2 micidiale di Gaeta e Marano. La squadra imposta bene da dietro giocando o sulle fasce o sul regista, nel finale e in superiorità perde un po’ troppo tempo nelle proteste.

Quarto Flegreo 3-4-1-2: Iossa 6; Mallardo 6; Scalzone 6,5; Ceci 5,5; Gaeta 7,5; Sibilli 5,5; Sepe V. 4,5; Sepe S. 6; Gelotto 6,5 (Salatiello 6); Di Pietro 7,5 (Maisto 5,5); Marano 7.

Vigor Napoli 4-4-2: Di Carluccio 6; Capodanno 6; Crosio 6,5; Meglio 5; Trinchillo 6 (Abbondanza 6); Pesacane 5,5 (Vaccaro 6); Severino 6,5; Bardari 5,5 (Mele 6); Esposito 7; Savastano 6,5; Iavazzo 5,5.

Marcatori: Savastano, Esposito (Vigor Napoli); Marano, Gaeta, Di Pietro (Quarto Flegreo)
Arbitro: Coraggio
Assistenti: Iaccarino, Ferro