L’Olimpique Giugliano sorprende e mette la testa avanti, poi Salierno ci mette la sua ed il Chiaia evita la sconfitta

CRONACA Il Chiaia senza bomber Muscettola ha (quasi) un match point, in virtù del pareggio tra Puteoli Pesca e Sporting Napoli per presentarsi all’ultima giornata con due risultati su tre nel girone B dei play-off, mentre l’Olimpique Giugliano prova a dare un senso al proprio ultimo turno. Tra i due stimoli sembra più consistente quello dei giuglianesi, che partono a spron battuto e dominano i primi 20 minuti di gara, in cui collezionano un tiro da fuori con Chianese su una respinta poco precisa di Coppola al 7′, un tentativo di pallonetto di Marano dopo un buon inserimento e una verticalizzazione di Natella e un clamoroso palo al 15′ di Ascione con un buon diagonale, dopo essere scappato via a Redden sulla sinistra. In mezzo, però, c’è stato spazio anche per la concretezza, perché al 10′ la difesa del Chiaia si era fatta sorprendere da un’apertura a destra per il solo Pennacchio, che di prima aveva trovato il facile tap-in sottoporta di Ascione per un sorprendente ma meritato vantaggio. Dopo lo tsunami giuglianese iniziale, il Chiaia riesce a riemergere e a tornare a galla, e finalmente scende in campo. Al 28′, infatti, una buona pressione permette il recupero alto di palla e Di Leva è svelto a cambiare gioco a destra per Roidi Roidis, che con una finta fa passare il marcatore e si presenta in buona posizione all’appuntamento, ma fallisce la cosa più importante, strozzando troppo il tiro davanti a De Angelis. Al secondo di recupero Di Leva si mette in proprio dopo un uno-due con De Marco ed esplode un tiro da fuori su cui vola De Angelis, mantenendo il vantaggio all’intervallo. La ripresa è molto bloccata, e il muro della tattica comincia a sgretolarsi solo al 55′, quando c’è la prima conclusione, anch’essa troppo strozzata, di De Gennaro, servito di prima da De Marco. Al 66′ la squadra in maglia gialla vede premiati i suoi sforzi, grazie ad un cross di Coppola sul secondo palo che sembra lungo, ma che trova la fiducia di Salierno, bravo ad andare a correggere in rete di testa. Al 73′ De Gennaro beneficia dell’ingresso di Monte, che gli dà una deliziosa e morbidissima palla d’esterno a scavalcare la difesa, ma l’attaccante va con troppa foga sul pallone e spara alto da ottima posizione. Due minuti dopo si ripete la scena, con un nuovo invito a nozze d’esterno di Monte per De Gennaro, che questa volta prova a piazzarla di sinistro sul secondo palo, ma il gambone di De Angelis gli dice di no, vanificando così l’ultima occasione del match.

ANALISI Per entrare nei dettagli della gara e del perché entrambe le squadre hanno incontrato difficoltà a fare il proprio solito gioco in alcuni frangenti, bisogna partire dall’atteggiamento difensivo. L’Olimpique Giugliano ha scelto di fare densità nella propria metà campo, andando a schermare il passaggio per Di Leva oppure quello per gli attaccanti una volta che questi riusciva ad entrare in possesso palla. Tagliando i rifornimenti, la squadra di mister Spera, in virtù anche della gabbia su De Marco, è stata così costretta ad insoliti lanci lunghi, su cui De Gennaro le ha comunque prese tutte di testa, ma senza essere aiutato da inserimenti dei compagni. Il Chiaia ha invece preferito la pressione alta, sfruttando le transizioni positive per contrattaccare, forte della tecnica individuale non eccelsa dei tre difensori centrali avversari, più bravi a difendere che ad impostare. Tutte le volte che la compagine giuglianese è però riuscita nell’intento di scavalcare la prima pressione, ha sviluppato molto bene il gioco sulle fasce, accerchiando la retroguardia avversaria con la spinta offensiva di Pennacchio e Natella sulle fasce, e tirando fuori i centrali avversari con Chianese e Ascione a giocare spesso in linea, uno incontro e l’altro ad attaccare la profondità. Con il calo fisico nella ripresa, la fase finale è stata un monologo del Chiaia, così come i primi 20 minuti lo erano stati per il Giugliano, consegnando così alla cronaca un giusto pareggio.

Olimpique Giugliano (3-4-1-2): De Angelis 6,5; D’Alterio 6; Fiore 6 (Piazza 6); Iodice 6,5; Pennacchio 6,5 (Palma 6); Guarino 6; Mirone 6; Natella 6 (De Cristofaro 6); Marano 6,5; Chianese 6 (Russo 6); Ascione 6,5 (Minieri 6).

A.S.D. Chiaia (4-3-1-2): Buondonno 6; Redden 5,5; Riola 6,5; Corcione 6 (Bancale 6); Coppola 6; Di Leva 6,5; Rilievo 5,5; Salierno 6,5 (Monte 6,5); De Marco 5,5; Roidi Roidis 5,5 (Coco 6); De Gennaro 6. Allenatore: Spera 6.

Marcatori: 10′ Ascione (Olimpique Giugliano); 66′ Salierno (Chiaia)

Arbitro: Sommella.

Assistenti: Ragoldi, Sannino.