Pokerissimo alla Tempocasa e continua il sogno del Mian: sarà derby in semifinale!

CRONACA Ritmi altissimi tra i padroni di casa del Mian e la Tempocasa Flegrea, che ha dalla sua la prima grande occasione del match con una punizione battuta velocemente a centrocampo, il lancio di De Rosa per Gianluca Guitto e il suo pallonetto a scavalcare il portiere che cade di poco oltre il palo alla sua destra. La risposta del Mian arriva su calcio d’angolo, con lo spiovente rimesso in mezzo da Gentile dopo una spazzata della difesa e lo stacco di Risi dritto per dritto sul secondo palo, che però trova Patacca disteso prontamente a bloccare. Tanta intensità, tanti falli, e di conseguenza continuano i brividi sui calci da fermo: al 14′ Tempesta colpisce la traversa con una punizione di sinistro ad aggirare la barriera, mentre al 19′ la mette in mezzo da calcio d’angolo e la respinta di pugno di Patacca gli dà una seconda chance di cross che Francesco Loffredo non spreca, andando a impattare perfettamente di testa sul palo lungo per l’1-0. Al 31′ un contropiede portato da Francesco Loffredo permette a Tempesta la conclusione da fuori area su cui vola Patacca, ma il numero 81 del Mian, come prima, è più fortunato con gli assist: al 39′ beneficia di una rimessa laterale battuta a sorpresa mentre gli avversari erano impegnati a rivendicarne l’attribuzione e, come da manuale, mette il pallone arretrato su cui Loffredo va a firmare la sua doppietta personale. Nella ripresa non cambia il copione del match, soprattutto con le forze fresche di Formato, che prima sfrutta un mal posizionamento di Grillo per andare al diagonale di poco fuori, e poi l’errore sanguinoso di Marino che perde palla da ultimo uomo: a quel punto il compito è più facile e il diagonale trova la misura giusta per il 3-0. Quattro minuti dopo Formato ha l’occasione per la doppietta sullo smarcante suggerimento di chi la doppietta già l’aveva realizzata, ma Loffredo non entra nel tabellino anche nella casella relativa agli assist perché Patacca chiude il tiro di punta del numero 21. Lo stesso Formato mantiene però la perfetta alternanza di occasioni sciupate e gol subito dopo, perché al 60′ sfrutta un lancio di Sbrizzi, anticipa di testa l’intervento di Grillo e batte Patacca sotto misura, ottenendo la doppietta con una media del 50% al tiro. Senza più nulla da perdere, la Tempocasa torna a spaventare sull’asse Cavanna-De Rosa, che poi si invertono i ruoli, ma due volte De Vivo dice no al numero 15, prima con un tuffo a coprire il palo lungo e poi con un bellissimo intervento a rubare spazio a Cavanna sottoporta dopo un’acrobazia di De Rosa. Non è giornata per la Tempocasa, e i quartesi chiudono il discorso al 70′ con una splendida azione in ripartenza: apertura panoramica di Francesco Loffredo, palla tagliata di prima in mezzo da parte di Sbrizzi e controllo più tocco morbido sotto di Antonio Loffredo. Il Mian troverà il Quarto Flegreo in semifinale.

ANALISI Il Mian è in una condizione fisica invidiabile in questo momento della stagione. Questa caratteristica ha permesso ai padroni di casa di portare una pressione asfissiante, con i tre attaccanti sul primo portatore di palla dopo il tocco corto del portiere e sui due difensori ai suoi lati. Questo ha praticamente impedito sistematicamente un’uscita tranquilla da dietro alla Tempocasa che, era costretta a lanciare su Fortezza, fermato spesso con le cattive pur di non far sviluppare l’azione. Ottimo anche l’interscambio degli attaccanti quartesi, che non hanno mai offerto punti di riferimento e, quasi sempre, chi ha finalizzato l’azione è partito da dietro. Nel secondo tempo la Tempocasa ha creato qualche buona occasione con Cavanna che, giocando in verticale e in velocità con De Rosa, ha offerto qualche soluzione in più al suo estro, ma è stato troppo poco per ribaltare una partita ormai compromessa.

SSD Mian (4-3-3): Arnucci 6 (De Vivo 6,5); Palmieri 6 (Sbrizzi 6,5); Sarnataro 6,5; Risi 7; Di Matteo 6 (Micillo F. 6); Gentile 6 (Loffredo An. 6,5); Copellino 6; Petito 6; Orfano 6 (Formato 7,5); Tempesta 7 (Ferro 6); Loffredo F. 8.

Tempocasa Flegrea (4-4-2): Patacca 6,5; Piccirillo 5,5; Grillo 5; Marino 5 (Guitto Giu. 6); Perna 6 (Calandra 6); Coppola 5,5 (Della Ragione 6); Lubrano 6; De Rosa V. 6,5; Corso 5,5 (Matacena 5,5); Guitto Gia.  5,5 (Mangiapia 6); Fortezza 6 (Cavanna 6,5).

Marcatori: 19′ e 39′ F. Loffredo, 54′ e 60′ Formato, 70′ An. Loffredo (Mian).

Arbitro: Radice.

Assistenti: Russo, Ragoldi.