The Imitation Game: Quartopuntozero e Chiazzanova si copiano, ma nessuno passa l’esame

Il Chiazzanova continua a stupire in questo ottimo inizio di stagione e ferma i più blasonati avversari del Quartopuntozero sul risultato di 2-2.

In una partita molto fisica, è il Chiazzanova a rompere l’equilibrio con una punizione da quasi centrocampo di Palumbo, che al 34′ trova Tesone fuori dai pali e lo sorprende. Lo schiaffo subito sà di sfida e Gemito non può che accettare il singolar tenzone: nuovo tiro da distanza siderale, con l’unica differenza di essere in movimento, e stavolta il portiere sorpreso è De Vito. Il vantaggio del Chiazzanova dura così solo 2 minuti. Al 57′ il Chiazzanova semplifica il livello dei calci piazzati e ottiene un rigore causato da un fallo di mano, che Rocco non sbaglia. Come in una partita di scacchi, questa volta è il turno del Quartopuntozero di andare dal dischetto pochi minuti dopo, ma lo spartiacque del match è l’errore di Carandente dagli 11 metri, ipnotizzato da De Vito, con la gara che resta dunque sul 2-1. In una fase di stallo, Roberto De Fraia fallisce un paio di contropiedi per chiuderla. Cosa che invece riesce meglio agli avversari che, beneficiando di una punizione a metà campo nel primo minuto di recupero, decidono per la battuta veloce che si concretizza con un cross al centro per permettere a Carandente di riscattarsi, che senza farsi pregare sigla il 2-2 finale.

Migliore Quartopuntozero: Gemito

Migliore Chiazzanova: De Vito

Marcatori: Gemito, Carandente (QPZ), Palumbo, rig. Rocco (CH)

 

Arbitro: Iannuzzi P.

Assistenti: Ferro, Radice